Centro Danza Villa Ada

VIVO CENTER ASD&APS

INFO & CONTATTI

info@centrodanzavillaada.it

segreteria +39 3516462392

Centro Danza Villa Ada svolge l'attività con l'associazione di promozione sociale sportiva dilletantistica VIVO CENTER

Sede Legale, Via Felice Anerio 32 Roma. P.Iva 13474741009

affiliazione C.S.E.N. 48418. Registrazione CONI 251050

logocsen
logoconi

facebook
instagram
whatsapp

Qual’é la Differenza tra danza contemporanea e moderna? 

 

Le principali differenze sono: 

 

  • Temporali: la danza moderna nasce negli Stati Uniti tra il 1920 ed il 1950 dalla visione pionieristica di alcuni coreografi tra cui Humphrey, Duncan, Graham, Cunningham e Limon. Il termine “Moderno” è infatti erroneamente associato a qualcosa di attuale quando è invece riferito ad un periodo storico distante dai giorni nostri. La danza contemporanea nasce tra gli anni 60 e 70 da alcuni discepoli dei grandi maestri della danza moderna ed è tutt’oggi in continua evoluzione. 
     
  • Stilistiche: La danza moderna è legata a dei canoni tecnici che caratterizzano l’impostazione della lezione, basata su esercizi fissi come la danza classica. La danza contemporanea invece ha una diversa concezione di movimento, più libera, legata al corpo ed istintiva. La lezione ha una struttura libera ed adattabile alle diverse esigenze coreografiche e l’improvvisazione ha un ruolo importante. 
     
  • Dinamiche: nella danza contemporanea, seppur con importanti differenziazioni, la gravità, il rapporto con il pavimento, la sequenzialità circolare dei movimenti sono elementi cardine finalizzati alla ricerca di un movimento organico e fluido. Nella danza moderna invece, sempre con importanti eccezioni, la tecnica rimane centrale dando vita a movimenti più…..

Vivo center asd&aps @ All Right Reserved 2021

Quali sono i metodi di danza classica?

 

i principali metodi di insegnamento nella danza sono: 

 

  • Metodo Vaganova, nato tra gli anni venti e cinquanta del ventesimo secolo da Agrippina Jakovlevna Vaganova
  • Metodo Cecchetti, nato alla fine del diciannovesimo secolo in Italia da l maestro Enrico Cecchetti.
  • Metodo RAD (Royal Academy of Dance), nato nel 1930 in Regno Unito come associazione a scopo didattico.
  • Metodo Balanchine, nato in Stati Uniti a metà del ventesimo secolo dal maestro George Balanchine.
  • Metodo Burnonville, nato a metà del diciannovesimo secolo dal maestro danese August Burnonville.

Qual’é la differenza tra metodo RAD e metodo Vaganova?
 

  • Il metodo RAD (Royal Academy of Dance) offre uno studio della tecnica classica attraverso principi di sicurezza anatomica. E’ caratterizzato da un percorso di formazione strutturato in gradi e giudicato dal collegio di esaminatori certificati secondo canoni stabiliti. 
     
  • Il Metodo Vaganova nasce in Russia negli anni venti come connubio tra le scuole del balletto classico francese ed italiano (Cecchetti). E’ probabilmente il metodo ad oggi più diffuso e riconosciuto in tutto il mondo.

Qual’é la differenza tra punte e mezze punte?

 

  • Le scarpe da punta sono il simbolo della danza classica. E’ composta da cinque parti: La Tomaia (la parte esterna in raso), la Mascherina, i Nastri, la Soletta e l’elastico. L’utilizzo delle punte è solitamente sconsigliato in assenza di una buona preparazione tecnica e muscolare e prima degli 11 anni di età.
     
  • Le mezze punte sono calzature morbide in tela o pelle adatte a danzatori di ogni livello. Si prestano per esercizi di sbarra, del centro, salti e diagonali. A differenza delle punte non consentono di posizionare il carico del corpo direttamente sulla punta estrema della piede ma solo sul metatarso.

 A che altezza vanno montate le sbarre danza?

 

L’altezza per il posizionamento della sbarra di danza viene raccomandata con leggeri discostamenti dalle seguenti organizzazioni:

 

  • One Dance UK e CEDFA (Regno Unito) indica tra 90 cm e 120 cm
  • Dance Studio Owner indica tra 107 cm e 117 cm
  • Manuale di danza classica Metodo Cecchetti indica 93 cm

Il nostro centro ha scelto l’altezza di 105 cm per la sbarra superiore e 80 cm per la sbarra inferiore. 

come scegliere le scarpe da punta?

 

Per la scelta delle scarpe bisogna tenere conto di:

 

  • Il consiglio dell’insegnante: il docente saprà certamente dare parere utile e preciso in base alla caratteristiche dell’allievo.
  • il collo del piede: più sarà accentuato e più sarà necessario utilizzare una scarpa dura e dalla mascherina alta. 
  • la forza muscolare di piedi e caviglie: quando piedi e caviglie non sono forti (prime punte) andranno scelte scarpe non eccessivamente rigide. 
  • la pianta del piede: quasi tutti i brand di scarpe da punta offrono opzioni per pianta larga, normale o stretta.

Cos'è un pavimento danza?

 

Per la pratica della danza classica e contemporanea il pavimento danza è fondamentale. I pavimenti cosiddetti “danza” hanno una struttura che consente di ammortizzare l’impatto dell’attività svolta dai danzatori. Esistono diverse tipologie di pavimenti danza che si differenziano principalmente in finitura (solitamente legno o linoleum) e nella loro struttura (fissa o mobile). Un pavimento creato appositamente per  lo svolgimento della danza riduce fortemente il rischio di infortuni grazie alla capacità di assorbire gli impatti senza che questi si ripercuotono sulle articolazioni del danzatore (caviglie, ginocchia, anche).